Alimenti che sono difficili da digerire

La composizione naturale o la preparazione di alcuni alimenti li rende difficili da digerire e può causare imbarazzante flatulenza, gonfiore, crampi e diarrea. I problemi medici, come la malattia celiaca, i cambiamenti fisiologici legati all’età nel processo digestivo, le allergie alimentari o le sensibilità alimentari possono anche aumentare il numero di alimenti problematici.

Frumento, orzo e prodotti di segale

Grano, orzo e segale contengono glutine, che è una proteina che alcune persone trovano difficile da digerire. Gli alimenti che contengono questi cereali possono includere pasta, pane, prodotti da forno e cereali, così come cibi meno sospetti come sugo, salse, salse, birra, brodo, cibi fritti e snack alimenti stagionati. La sensibilità al glutine provoca sintomi quali mancanza di energia, stanchezza mentale, gonfiore, diarrea e crampi addominali. Mangiare una dieta senza glutine allevia i sintomi, ma può causare carenze nutrizionali. Mangiare una dieta senza glutine che include latte, yogurt, formaggio, uova, carne, pollame, pesce, frutta, verdura, legumi e cereali senza glutine, come quinoa e miglio, può aiutare coloro che hanno la sensibilità al glutine mantenere un’alimentazione adeguata, Stati Colorado State University Extension.

Latte e prodotti lattiero-caseari

Il lattosio, chiamato anche zucchero di latte, presenta problemi digestivi per alcuni adulti. Durante il processo digestivo, un enzima chiamato la lattasi rompe il lattosio in zuccheri semplici che il tuo corpo può assorbire. La produzione di lattasi inizia a rallentare per l’età di 2 anni, afferma il dottor Dennis O’Neil del Palomar College. Senza abbastanza la lattazione, il lattosio non digerito passa nel tuo intestino, dove la fermentazione batterica produce gas, gonfiori e crampi allo stomaco. Per combattere i sintomi dell’intolleranza al lattosio, evitare cibi come il latte, i formaggi morbidi, il burro, il gelato e gli alimenti preconfezionati contenenti lattosio come verdure cremose, patate in scatola, pudding, crema pasticcera, dolci e cioccolatini. In alternativa, è possibile acquistare prodotti senza lattosio, prendere le compresse di lattasi con il primo boccone di alimenti contenenti lattosio o aggiungere gocce di lattasi al latte.

Gli alimenti che causano il reflusso acido

Quando si mangia, l’alimento viaggerà il tuo esofago nel tuo stomaco. Alcuni alimenti causano difficoltà digestive perché si distendono o indeboliscono lo sfintere esofageo inferiore, che viene anche chiamato LES. Situato nella parte inferiore del tuo esofago, il LES impedisce il reflusso acido, che si verifica quando l’alimento e l’acido stomaco tornano dal tuo stomaco nell’esofago. I sintomi del reflusso acido includono bruciore di stomaco, cordoni vocali infiammati, tosse cronica e dolore che imita il dolore toracico associato a problemi cardiaci, secondo il sistema sanitario UC Davis. Gli alimenti che possono indebolire o rilassare il vostro LES includono grassi, cibi fritti, agrumi, pomodori, cioccolato, aglio, cipolle, cibi piccanti e bevande caffeinate.

Fibra solubile

La fibra solubile rende difficili da digerire nel piccolo intestino cibi come fagioli, crusca d’avena, mele, agrumi e verdure. Poiché il piccolo intestino non ha gli enzimi necessari per la digestione di fibre solubili, questi alimenti passano indesiderati nel tuo intestino per digerire e assorbire dai batteri che producono gas. Consumare grandi quantità di alimenti contenenti fibre solubili produce gas intestinali e gonfiore, secondo The Wellness Corner presso l’Università di Towson.